Previsioni DevOps 2020
di Sid Phadkar

Con l’incremento dell’instabilità economica, le organizzazioni cercheranno di convalidare e ottimizzare sempre più il valore che i loro strumenti DevOps forniscono su larga scala.

Milano |

Molti esperti di mercato prevedono una massiccia flessione o recessione nei prossimi 12-24 mesi, ciò significa che le aziende di tutto il mondo, per resistere a questa situazione, stanno cercando modi per tagliare i costi senza ridurre la produzione. Negli ultimi anni, le iniziative di trasformazione digitale e di Cloud-first all'interno delle organizzazioni hanno generalmente avuto il sopravvento sulle esigenze di bilancio. Allo stesso tempo, lo sviluppo degli strumenti DevOps ha portato alla loro evoluzione e al fatto che ora siano sfruttati su larga scala e stiano diventando ogni giorno più costosi. Nel 2020, le organizzazioni si concentreranno in modo significativo sull’analisi dei costi e cercheranno di sfruttare gli strumenti DevOps che forniscono un valore equivalente, ma riducono al minimo i costi su larga scala.

Un focus sulla gestione del ciclo di vita end-to-end semplificherà la complessità del flusso di lavoro di DevOps.

Con l'emergere dei microservizi e delle toolchain CI/CD, l'attenzione si è spostata sullo sviluppo e sull'utilizzo di strumenti per svolgere piccole attività, diverse tra loro, ma distribuite in flussi di lavoro paralleli.

Ad esempio, due diversi team all'interno della stessa organizzazione hanno spesso le proprie CI/CD pipeline, costituite da molti strumenti diversi per il controllo delle versioni, l'automazione degli edifici, il monitoraggio delle analisi, i test preliminari, i processi di revisione del codice e altro ancora. Le organizzazioni ottenuto da un lato benefici grazie ai flussi di lavoro personalizzati, ma dall’altro si è verificata un'incredibile proliferazione di strumenti all'interno di team che possono ostacolare la produttività. I fornitori DevOps hanno spesso il compito di garantire la compatibilità con gli strumenti di altri fornitori. Nel 2020, il numero di strumenti continuerà ad aumentare, ma si punterà alla gestione del ciclo di vita end-to-end e alle singole applicazioni che razionalizzano gli strumenti e i flussi di lavoro per migliorare la velocità e l'agilità dello sviluppo software.

DevSecOps diventeranno reali.

Con il crescente numero di violazioni dei dati e la maggiore enfasi sulle norme sulla privacy dei dati come PSD2 e GDPR sia negli Stati Uniti che a livello globale, le organizzazioni più esperte di DevOps saranno costrette ad investire maggiormente nelle misure di sicurezza per il prossimo anno. Con l'entrata in vigore di nuove normative, un maggior numero di sviluppatori di applicazioni avrà il compito di costruire policy di sicurezza rigorose, direttamente all'interno del codice. Ci sarà un aumento negli strumenti di DevOps che provvedono ad automatizzare più compiti relativi a conformità all'interno dei gruppi di infosec, incorporando così le misure di conformità e di sicurezza nei flussi di lavoro quotidiani di CI.

Le organizzazioni incorporeranno sempre più spesso gli analytics per i DevOps "più intelligenti".

Le organizzazioni DevOps mature sono oggi vicine a massimizzare l’efficienza nei loro flussi di lavoro. Poiché queste organizzazioni cercano di andare ancora più velocemente e di aumentare la produttività, i data science, l'IA e gli strumenti analitici automatizzati diventeranno sempre più integrati nei flussi di lavoro per migliorare l'efficienza e il time to market. Gli sviluppatori utilizzeranno strumenti di data science per migliorare la previsione dei risultati delle applicazioni di progetto, attraverso i dati storici e la telemetria sui log dei repository, i risultati dei test, i carichi di lavoro dell'infrastruttura e altro ancora. Questo, unito a un sistema di alert più intelligente e a trigger più reattivi basati sugli eventi, guiderà flussi di lavoro di integrazione continua che porteranno a una maggiore produttività.

Informazioni su Akamai

Akamai garantisce experience digitali sicure per le più grandi aziende a livello mondiale. L’Intelligent Edge Platform di Akamai si estende ad ogni ambito, dalle aziende al cloud, permettendo di lavorare con rapidità, efficacia e sicurezza. I migliori brand a livello globale si affidano ad Akamai per ottenere un vantaggio competitivo grazie all’utilizzo di soluzioni agili in grado di estendere la potenza delle loro architetture multi-cloud. Più di ogni altra azienda, Akamai, avvicina gli utenti ad applicazioni, experience e processi decisionali, tenendo lontani attacchi e minacce. Il portfolio di soluzioni Akamai per edge security, web e mobile performance, accesso aziendale e delivery di contenuti video è supportato da un servizio clienti di assoluta qualità e da un monitoraggio 24/7/365. Per scoprire perché i più importanti brand si affidano ad Akamai, visitate il sito https://www.akamai.com/it/it/ o il blog https://blogs.akamai.com/it/ oppure seguite @AkamaiItalia su Twitter.