Blog

Modernizzazione dell'assistenza sanitaria? Più che altro costruire l'aereo mentre si sta volando

Written by

Bridget Meuse

September 17, 2021

Bridget Meuse is a senior industry marketing analyst for Akamai. She focuses on three industries: Environmental Sustainability, Healthcare, and the Public Sector, where she identifies key trends, tells data-driven stories, and helps bring Akamai solutions to life for customers.

 

Chi lavora nelle aziende spesso sente frasi del tipo "costruire l'aereo mentre si sta volando". Dopo la follia degli ultimi 18 mesi, senza dubbio la maggior parte di noi ha preso dimestichezza con questa espressione.  

Dal superamento delle prassi lavorative tradizionali all'accelerazione della trasformazione digitale da due anni a due mesi, non è fuori luogo affermare che nessuna persona o industria non sia stata toccata dalla pandemia. 

Siamo diventati piloti e ingegneri da un giorno all'altro.   

E mentre la pandemia forzava la diffusione di una mentalità del tipo "adattarsi o morire" in tutti i settori, pochi sono stati così profondamente influenzati come la sanità. Non solo gli ospedali hanno costruito l'aereo mentre stavano volando, ma hanno anche cambiato itinerari di volo, usato aeroporti diversi e formato il personale durante il volo. Gli ospedali hanno compreso come attivare lo smart working, prestare assistenza da remoto e sviluppare un vaccino nel giro di poche settimane. 

I passi da gigante compiuti verso la modernizzazione dell'assistenza sanitaria

Analizziamo un attimo un importante passo in avanti compiuto nella sanità. Questo settore ha trasformato la rigidezza normativa, i debiti tecnici e lo scetticismo industriale esistenti da anni in un servizio di continuità assistenziale per miliardi di persone.  

Una trasformazione del settore sanitario come questa richiede, generalmente, vari anni. Molti anni. 

Questa evoluzione non sarebbe stata possibile senza Internet. La telemedicina, la cartella clinica elettronica (EHR), i dispositivi indossabili connessi, migliori pratiche di condivisione dei dati intellettuali e, persino, l'intelligenza artificiale hanno reso possibile continuare i servizi di assistenza sanitaria quando, 20 anni fa, il mondo si era fermato di colpo.  

Sebbene non ci sia una soluzione rapida e perfetta (come sarebbero pronti ad affermare molti pazienti, ricercatori e impiegati nel settore sanitario), i pazienti sono stati comunque assistiti, i vaccini e i farmaci sono stati comunque sviluppati e i premi assicurativi sono stati comunque emessi e pagati. È un qualcosa di cui dobbiamo essere orgogliosi. 

La sanità ha innalzato i suoi standard: non si torna indietro

Sia il personale sanitario che i pazienti ora si aspettano online experience rinnovate e sicure, in grado di semplificare e migliorare la loro vita, tra cui:  

  • Portali online o servizi di telemedicina in grado di collegare medici e pazienti per offrire una pratica assistenza sanitaria ovunque e in qualsiasi momento

  • Accesso remoto alle informazioni di importanza critica che servono al personale sanitario e ai partner aziendali per svolgere il loro lavoro indipendentemente dalla loro posizione

  • Connessioni sicure e protezione da siti di phishing o ransomware per tutelare, in definitiva, la proprietà intellettuale e i dati dei pazienti

Cosa ci aspetta per il futuro? Bilanciare l'innovazione con i rischi nella sanità

L'evoluzione digitale delle strutture sanitarie corre parallelamente ai rischi associati. Secondo un rapporto stilato dal dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, la sanità ha registrato un aumento del 50% nel numero di attacchi informatici dall'inizio della pandemia, diventando così il settore che deve spendere maggiormente per superare un attacco (7,13 milioni di dollari per incidente), in base ad una ricerca condotta da IBM. In particolare, le strutture sanitarie sono un bersaglio allettante per i criminali perché è possibile vendere sul dark web le cartelle cliniche elettroniche a 1.000 dollari ciascunarispetto ai dati delle carte di credito che vengono venduti a circa 110 dollari o ai numeri di previdenza sociale venduti a 1 solo dollaro ciascuno. Lo stesso rapporto stilato da IBM afferma che la minaccia più comune è stata rappresentata dai ransomware, seguiti dal furto di dati e dall'accesso ai server. 

E queste non sono le uniche sfide che strutture sanitarie, compagnie di assicurazioni, aziende farmaceutiche e produttori di dispositivi medicali devono affrontare. Mentre i criminali informatici si annidano dietro le quinte, si avverte una pressione crescente verso la realizzazione di un rapida trasformazione digitale in modo permanente, in grado di far approdare la sanità nel 21° secolo. Ad esempio, un portale timidamente reattivo un tempo accettato o una rete informatica ospedaliera poco protetta ora sono determinanti per far lievitare i costi e aumentare l'inefficienza operativa, oltre a presentare potenzialmente una miriade di rischi. 

Tutto ciò mette gli ospedali in una situazione difficile da gestire: ecco perché devono camminare a grandi passi verso una modernizzazione permanente della continuità operativa e della digitalizzazione del settore sanitario, migliorando, al contempo, le misure di cybersicurezza necessarie per proteggere bersagli vulnerabili (cartelle cliniche elettroniche, indirizzi IP e informazioni sugli assistiti). 

Akamai agisce dietro le quinte per aiutare gli ospedali ad offrire straordinarie experience digitali 

Per le strutture sanitarie. . .

Lo spostamento sul cloud offre le caratteristiche di flessibilità, accessibilità e velocità necessarie per le odierne strutture sanitarie. Spostando la propria infrastruttura sull'edge di Akamai, le strutture sanitarie evitano di sovraccaricare i sistemi interni, migliorano la protezione dei dispositivi medicali non sicuri (ad esempio, i dispositivi BYOD) e aggiungono un livello di sicurezza fornito da altri partner esterni (partner di fatturazione, sistemi HVAC, provider di servizi e-mail, ecc.). Akamai consente solo alle persone giuste sulla loro rete di proteggere le informazioni più importanti dei pazienti e supportare la continuità dell'assistenza sanitaria. 

Per le compagnie di assicurazione sanitaria. . .

Quando le compagnie di assicurazione trasferiscono la loro infrastruttura sull'edge di Akamai e spostano le experience offerte sulle API, guadagnano in termini di flessibilità, gestione dei costi e protezione dalle minacce, migliorando e proteggendo, al contempo, le experience, non solo per i soci, ma anche per i dipendenti. 

Per le aziende farmaceutiche e le società produttrici di dispositivi medicali. . .

Le aziende farmaceutiche, spesso, devono affrontare sfide simili a quelle delle strutture sanitarie e delle compagnie di assicurazione poiché dispongono anche di informazioni di proprietà intellettuale e dati sensibili degli utenti o segreti da proteggere. In un settore così compartizzato, Akamai ha aiutato a proteggere il personale e i sistemi delle aziende farmaceutiche mantenendo il concetto della fiducia basata su continue verifiche, sinonimo dell'architettura SASE. 

L'arma non così segreta della sanità

Ogni giorno, miliardi di persone navigano in Internet sempre di più per cercare, provare ed effettuare operazioni. Con Akamai tutto questo è possibile. 

Le strutture sanitarie stanno costruendo il loro aereo per volare nel 21° secolo e Akamai è onorata di aiutarli a entrare in questa nuova era online dell'assistenza sanitaria con metodi innovativi per supportare i pazienti e offrire ottimi risultati a livello sanitario ovunque e in qualsiasi momento. 

Maggiori dettagli Scoprite in che modo Akamai contribuisce a promuovere e proteggere la modernizzazione dell'assistenza sanitaria per la vostra organizzazione. 



Written by

Bridget Meuse

September 17, 2021

Bridget Meuse is a senior industry marketing analyst for Akamai. She focuses on three industries: Environmental Sustainability, Healthcare, and the Public Sector, where she identifies key trends, tells data-driven stories, and helps bring Akamai solutions to life for customers.