Frank And Oak

Frank And Oak, produttore e rivenditore di abbigliamento con sede in Canada, ha cercato di migliorare il proprio flusso di manipolazione delle immagini manuale. Scoprite come Frank And Oak ha collaborato con Akamai per automatizzare il processo di ottimizzazione e la delivery delle immagini con Image Manager.

"Con Image Manager, il nostro flusso di lavoro è completamente automatizzato. Il nostro studio scatta una singola immagine e Image Manager fa tutto il resto. Abbiamo registrato una riduzione del 100% delle ore di lavoro dedicate all'ottimizzazione delle immagini".

Martin Helie , Vice President, Technology , Frank And Oak

Frank And Oak, Inc. è un produttore e rivenditore di abbigliamento con sede in Canada, che si distingue per la sua passione per lo stile, il design e la tecnologia. La sua missione è aiutare le persone a vestirsi meglio e in modo conveniente utilizzando tessuti sostenibili e pratiche etiche. I clienti possono acquistare singoli articoli o iscriversi al "piano di stile", un servizio di abbonamento per coloro che cercano un'experience straordinaria. Tuttavia, per Frank And Oak, assicurare un'experience straordinaria è risultato impegnativo nei casi in cui le immagini troppo pesanti richiedevano ore per la preparazione e rallentavano le performance del sito.

Una delivery rapida e completa dei contenuti web è essenziale per massimizzare le conversioni online poiché i visitatori tendono ad abbandonare i siti che non si caricano completamente in due secondi o meno1. Anche se le immagini di qualità elevata sono fondamentali per l'engagement degli acquirenti online, possono rappresentare al tempo stesso un ostacolo per le web performance e risultare dispendiose in termini di tempo. Questo problema è stato riscontrato direttamente dai team di prodotto e dal reparto IT di Frank And Oak, che, a causa delle immagini pesanti, hanno dovuto operare una scelta tra rapidità delle performance e latenza del sito. Poiché una customer experience "straordinaria" dipende sia dalla velocità che dalla qualità per massimizzare l'engagement dei clienti, l'esclusione di una o dell'altra caratteristica non rappresentava la scelta ideale.

Sfida/Problema

Frank And Oak ha cercato innanzitutto di migliorare il proprio flusso di manipolazione delle immagini manuale. Questo processo è iniziato con il team creativo. Il team dello studio interno si è impegnato scrupolosamente nell'intento di fotografare e ritoccare immagini della massima qualità perché riflettessero in modo accurato il valore dei propri capi di abbigliamento. Successivamente, si è passati al ridimensionamento e all'ottimizzazione di tali immagini per il web, spesso utilizzando un'impostazione predefinita standard pari all'80%. Questo processo manuale di manipolazione e compressione da 200 a 600 immagini al mese è diventato difficile e soggetto ad errori umani. Se le immagini venivano ingrandite inavvertitamente o compresse in modo errato, potevano influire negativamente sia sulla web experience che sulla mobile experience. Questi problemi correlati alle immagini potevano rimanere nascosti; tuttavia, se venivano rilevati, il team IT era responsabile di risolverli e di trovare un equilibrio corretto tra il peso delle immagini e le performance del sito.

Obiettivi e risultati

Frank And Oak aveva tre obiettivi in mente: 1. Distribuire immagini ottimali per qualsiasi browser e dispositivo. 2. Automatizzare il processo di trasformazione delle immagini. 3. Aumentare le conversioni web riducendo il churn (tasso di abbandono) e le frequenze di rimbalzo. Dopo la collaborazione con Akamai, Frank And Oak ha registrato ottimizzazioni automatizzate sul proprio sito in pochi minuti e un avanzamento in vista dei propri obiettivi in pochi giorni. Image Manager ha garantito l'ottimizzazione di tutte le immagini in termini di qualità, formato e dimensioni. Inoltre, secondo Martin Helie, VP di Tech, poiché il team si è essenzialmente "dimenticato della trasformazione delle immagini" con "zero immagini da gestire", ha potuto rispettare le scadenze di produzione e marketing più rapidamente. Il collegamento a un'unica immagine originale rispetto alla gestione di versioni ad alta e bassa risoluzione ha consentito di ridurre lo storage e di migliorare l'efficienza operativa. Infine, Frank And Oak ha riscontrato miglioramenti chiave delle web performance, molte delle quali sono ancora in fase di valutazione. Tuttavia, l'aspetto più degno di nota è stato rappresentato dal fatto di non aver più notato né riscontrato alcun problema imprevisto correlato alle immagini o ritardi nelle performance dopo l'implementazione di Image Manager.

Perché Akamai

Frank And Oak ha scelto Image Manager perché aveva già sperimentato la natura estendibile, scalabile e resiliente della piattaforma di cloud delivery di Akamai. Poiché Image Manager si integra perfettamente con il cloud delivery, aveva senso "tenerlo in famiglia". Inoltre, dopo aver rifiutato altri strumenti di gestione delle immagini poco efficienti, che richiedevano un notevole sforzo manuale, l'adozione di una soluzione automatizzata è stata fondamentale. Frank And Oak è ora in grado di scattare immagini splendide e di alta qualità dei propri capi di abbigliamento e di lasciare fare il resto a Image Manager. Attualmente, l'azienda dispone di una soluzione automatizzata e scalabile che ha ridotto i tempi di preparazione delle immagini e accelerato il time-to-market, nonché in grado di fornire in modo intelligente le migliori immagini ad ogni utente finale.

Informazioni su Frank And Oak

Combinando stile, design e tecnologia dalla sua fondazione nel 2012, Frank And Oak offre collezioni di abbigliamento e accessori da uomo e da donna progettati con cura e adatti agli stili di vita dei propri clienti. Presente sul web e, fisicamente, in 23 boutique nel Canada, il brand offre un'online experience personalizzata a centinaia di migliaia di soci, superando il proprio ruolo di retailer per reinventare il concetto di customer experience.

Ispirata da un pensiero etico e con un occhio al futuro, l'azienda Frank And Oak sostiene i valori di equità, diversità e inclusione, impegnandosi a promuoverli nelle proprie comunità.


1 Più del 50% degli utenti mobili abbandona i siti che impiegano più di tre secondi a caricarsi, ma la maggior parte delle pagine web impiega molto di più a caricarsi, il che crea un notevole divario tra le aspettative dei clienti e le funzionalità per dispositivi mobili della maggior parte delle aziende.