Domande frequenti degli utenti finali

Le risposte ad alcune delle domande poste più frequentemente dagli utenti finali.

Domande frequenti degli utenti finali

Akamai distribuisce contenuti e applicazioni per conto delle maggiori aziende e agenzie governative internazionali, fra cui Apple, FedEx, Trend Micro, Yahoo, Microsoft e altri 2.800 clienti. I nostri clienti non hanno accesso ai server di rete e Akamai non è un ISP (provider di servizi Internet). Tutti i server della nostra CDN (rete per la distribuzione dei contenuti) sono progettati per distribuire contenuti Web e nessuno è direttamente accessibile da utenti o clienti. Di seguito troverete alcune informazioni utili che giustificano il traffico Akamai registrato dal computer.

Nel caso in cui le FAQ o l’assistenza dei fornitori di software e Internet non rispondano alle vostre domande e desiderate che Akamai conduca un’indagine più approfondita, inviate tutte le informazioni necessarie e contattateci all’indirizzo in calce.

> Il mio firewall ha bloccato l’accesso Internet al mio computer sulla porta TCP #### dalla porta 80 del vostro server. Perché?
Quando vi connettete a un sito “akamaizzato”, il browser scarica un file HTML contenente una serie di URL incorporati (embed) che indicano al browser che alcuni degli oggetti necessari per completare il caricamento della pagina si trovano sui server Akamai. Il browser, quindi, deve contattare un server Akamai per ottenere le immagini o i contenuti in streaming mancanti. Dal momento che il contatto avviene tramite la porta 80 del nostro server, questa transazione è una connessione HTTP legittima. In genere, i servizi TCP funzionano su un server su un numero di porta standard inferiore a 1024; in questo caso, il servizio è httpd e passa dalla porta 80. Un client si connetterà con un numero di porta random superiore a 1023 assegnato dal sistema operativo locale. Ad esempio, il vostro sistema operativo può aprire le porte 1566, 1567 e 1568 e connetterle alla porta 80 del nostro server Web per scaricare 3 immagini. 

> Il mio firewall segnala una connessione Akamai “sconosciuta” dalla porta 443 del server. Perché?
Quando vi connettete a un sito “akamaizzato” con contenuti SSL (Secure Sockets Layer), il browser scarica un file HTML contenente una serie di URL incorporati (embed) che indicano al browser che alcuni degli oggetti necessari per completare il caricamento della pagina si trovano sui server Akamai. Il browser, quindi, deve contattare un server Akamai per ottenere le immagini o i contenuti in streaming mancanti. Dal momento che il contatto avviene tramite la porta 443 del nostro server, questa transazione è una connessione HTTP legittima. In genere, i servizi TCP funzionano su un server su un numero di porta standard inferiore a 1024; in questo caso, il servizio SSL passa dalla porta 443. Un client si connetterà con un numero di porta random superiore a 1023 assegnato dal sistema operativo locale.

> Il mio firewall segnala una connessione Akamai “sconosciuta” dalla porta UDP 554. Perché?
Quando si ricevono dati di streaming in formato Real Time diffusi da Akamai tramite il protocollo RTSP (Real Time Streaming Protocol), Real Player contatta la porta UDP 554 del nostro server. Questa transazione si configura come una connessione RTSP legittima.

> Il mio firewall segnala una connessione Akamai “sconosciuta” dalla porta TCP 8080. Perché?
Quando si ricevono dati di streaming in formato Real Time diffusi da Akamai tramite il protocollo HTTP (Hyper Text Transfer Protocol), Real Player contatta la porta TCP 8080 del nostro server. Questa transazione si configura come una connessione HTTP legittima.

> Il mio firewall segnala una connessione Akamai “sconosciuta” dalla porta sorgente UDP 2000/2001 alle porte UDP 6970-6999 del mio sistema. Perché le vostre porte scansionano il mio sistema?
Quando si ricevono dati di streaming in formato QuickTime diffusi da Akamai tramite il protocollo RTP/RTSP (Real Time Transport Protocol/Real Time Streaming Protocol), la porta UDP 2000/2001 del nostro server stabilisce un contatto con le porte UDP 6970-6999 del client. Questa transazione rappresenta una connessione RTP/RTSP legittima, non una scansione della porta UDP.

> Il mio firewall segnala una connessione Akamai “sconosciuta” dalla porta sorgente TCP 1755 del vostro server. Perché?
Quando si ricevono dati di streaming in formato Microsoft Windows Media diffusi da Akamai tramite il protocollo MMS (Microsoft Media Server Protocol), la porta sorgente 1755 del nostro server stabilisce una connessione. Si tratta di una connessione MMS (Microsoft Media Server Protocol) legittima. > Perché sulla barra di stato del mio browser lampeggia la scritta “Contatto con a###.g.akamai.net...”? Quando vi connettete a un sito “akamaizzato”, il browser scarica un file HTML contenente una serie di URL incorporati (embed) che indicano al browser che alcuni degli oggetti necessari per completare il caricamento della pagina si trovano sui server Akamai. Il browser, quindi, deve contattare un server Akamai per ottenere le immagini o i contenuti in streaming mancanti. La scritta nella barra di stato del browser riferisce esattamente questa attività.

> Il nostro firewall ha rilevato che alcuni indirizzi IP controllati da Akamai stanno tentando di accedere al nostro indirizzo IP attraverso varie porte. Sembra un attacco. Che cosa succede?
Il messaggio indica che gli utenti dietro il firewall stanno eseguendo NetSession Interface di Akamai. NetSession Interface è un client per la gestione dei download utilizzato per scaricare software o altri contenuti digitali per conto di un cliente Akamai. NetSession Interface di Akamai si basa sia su protocolli TCP che UDP per scaricare i dati e favorire la connettività attraverso dispositivi di rete quali server Proxy, firewall o periferiche NAT (traduzione degli indirizzi di rete).

> Pur avendo seguito tutti i consigli precedenti, ho ancora qualche dubbio. Cosa devo fare?
Se dopo aver consultato le Domande frequenti e aver contattato i vostri provider Internet e fornitori del software desiderate che Akamai svolga un'indagine sul traffico rilevato, procedete come segue per avviare a un'indagine approfondita. Raggruppate tutti i log del firewall o del software in un file di testo completo di: 

  • sorgente IP e porta 
  • destinazione IP e porta 
  • flag TCP 
  • marca temporale con il fuso orario del traffico sospetto.
Inviate le informazioni all’indirizzo abuse@akamai.com. Le e-mail saranno monitorate da un team incaricato di esaminare il caso, fornire un feedback e riferire gli abusi segnalati a chi di competenza. Non sono disponibili servizi di segnalazione telefonica: l’indirizzo abuse@akamai.com è il mezzo più efficace per procedere alla diagnosi e alla risoluzione di possibili abusi.