Ottimizzazione dei cloud - Garanzia di una migliore user experience

Sfruttare il cloud per ottenere un'esperienza utente migliore

In che modo l’ottimizzazione dei cloud offrirebbe un’esperienza utente migliore? La risposta va ben oltre la velocità. Il caricamento veloce delle pagine presso il punto di coinvolgimento dell'utente è ovviamente un fattore cruciale, sia che avvenga in ambiente di elaborazione tradizione sia su un dispositivo mobile. La presenza di contenuti sempre più dinamici offerti da svariate sorgenti di dati e contenuti, tuttavia, costituisce una sfida crescente nel soddisfare la richiesta di velocità da parte degli utenti.

Quattro...due...uno...

La tolleranza degli utenti nei confronti di un caricamento lento o incompleto delle pagine continua a ridursi. Ciò è particolarmente vero nello spazio del retail online, dove da tempo esiste una relazione ben documentata tra i tempi di caricamento delle pagine e l'abbandono delle transazioni. Da quattro secondi, a due secondi, fino a un solo secondo, gli acquirenti tendono a perdere la pazienza a causa delle prestazioni del sito scadenti. Utenti di altri tipi di sito non saranno certamente da meno. L'infrastruttura tradizionale, visto l'ambito e la scala dei dati utilizzati per creare un numero crescente di esperienze online, non è progettata in modo ottimale per cercare, raccogliere, assemblare e distribuire contenuti dinamici. Ciò è specialmente vero in condizioni di carico, che si tratti di traffico utenti o di transazioni data-intensive Il cloud computing offre una valida alternativa.

Una soluzione ad alta capacità, più scalabile...

I motivi per cui il cloud è così attraente come piattaforma per la distribuzione dinamica dei siti sono semplici. Anzitutto, offre una scalabilità pressoché infinita in confronto all'architettura dei server tradizionale. Tale scalabilità consente all'infrastruttura dei siti basata su cloud di gestire virtualmente qualsiasi domanda di traffico e la larghezza di banda è disponibile su richiesta per la distribuzione di esperienze dinamiche data-intensive. Queste comprendono pagine altamente personalizzate, contenuti multimediali, tra cui TV in qualità near-HD e applicazioni a larghezza di banda intensiva come videoconferenze e presentazioni Web.

…con limitazioni che devono essere superate

Le principali sfide concernenti le prestazioni che gli ambienti di cloud computing tradizionali devono affrontare sono radicate nella loro architettura. Le piatteforme cloud di prima generazione erano ubicate in un numero relativamente contenuto di data center di dimensioni e capacità relativamente estese. Anche quando questi grandi data center sono ubicati nelle reti più estese del mondo, la distanza media tra il data center e l'utente finale può essere superiore a 2000 Km.

La risposta è una rete distribuita

Sebbene questi grandi data center siano efficaci nel fornire scalabilità e capacità, le prestazioni si riducono con l'aumento della distanza tra il data center e l'utente finale. Questo è il motivo per cui l'ottimizzazione del cloud volta a ottenere le massime prestazioni implica un cloud maggiormente distribuito, con capacità dislocata in numerose località, più prossime agli utenti finali. In questo modo si riduce il numero di "salti" di rete che ogni richiesta, ogni dato, ogni contenuto deve effettuare per raggiungere l'utente finale. Più breve è la distanza, minori sono i salti di rete e maggiore è la velocità, con conseguente migliore esperienza per l'utente. Il meccanismo è molto semplice.

Distribuire l'ottimizzazione a provider e utenti del cloud

Per distribuire contenuti a un bacino d'utenza globale da località il più vicino possibile agli utenti finali, riducendo così drasticamente il numero di salti di rete, è necessaria un rete globale di server. In funzione del bacino d'utenza, ciò può richiedere alcuni server oppure migliaia di server.

Tuttavia, disporre di server distribuiti globalmente non è la risposta completa. I provider di cloud devono inoltre implementare la tecnologia di ottimizzazione dinamica dei percorsi, che identifica in tempo reale percorsi veloci e affidabili, quando giungono le richieste degli utenti.

Chi è Akamai

Akamai Intelligent Platform™, costituita da oltre 160.000 server connessi in rete e dislocati in tutto il mondo, costituisce le fondamenta della soluzione di Akamai per le prestazioni del cloud. Maggiori informazioni sulle soluzioni di ottimizzazione del cloud di Akamai e su come possiamo aiutarvi a garantire una migliore esperienza agli utenti di tutto il mondo, su qualsiasi dispositivo e in ogni momento.